Paride Losacco e Fiorella Sassanelli

Puglia: terra di grandi talenti

31 luglio 2024 - 21:15
Hotel "La Terrazza"

Paride Losacco, violino
Fiorella Sassanelli, pianoforte

Programma

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Ciaccona dalla Partita n. 2 in re minore BWV 1004 per violino solo 

Niccolò Paganini (1782-1840)
Capricci 1, 2, 3, 5, 22 per violino solo


Johannes Brahms (1833-1897)
Scherzo dalla Sonata F. A. E. per violino e pianoforte  

Robert Schumann (1810-1856)
Sonata in la minore op. 105 per violino e pianoforte 
 Mit leidenschaftlichem Ausdruck
 Allegretto
 Lebhaft

Henri Vieuxtemps (1820-1881)
Rondino per violino e pianoforte

Curriculum

Paride Losacco

Paride Losacco (Bari, 2005) è stato avviato alla musica dalla prima infanzia. A otto anni ha intrapreso lo studio del violino, venendo presto ammesso al Conservatorio “Piccinni” dove è alunno del Maestro Francesco D’Orazio, col quale ha eseguito al Teatro Comunale di Novoli una selezione dei Duetti per due violini di Luciano Berio. Ha tenuto il suo primo recital a dieci anni, accompagnato al pianoforte dalla madre, e a dodici ha debuttato per l’associazione “Niccolò Paganini” di Parma. Vincitore del Premio delle Arti 2023 di Violino tenutosi a Bologna, si è già affermato in diversi concorsi nazionali e internazionali (Euterpe, Narni, Città di Barletta, Esperia, Wanda Landowska, International Concerto Competition, Concorso Scimone), ottenendo altresì un terzo premio (primo non assegnato) alla terza edizione (2019) del “Leonid Kogan” a Bruxelles. Al repertorio tradizionale alterna pagine di autori contemporanei e del Novecento. La sua versatilità gli è valsa la vittoria unanime della terza edizione (2022) del Premio “Riccardo Cerocchi” a Sermoneta, dove gli è stata assegnata anche la Borsa “Goffredo Petrassi”. Ha debuttato ai festival “Pontino” di Sermoneta e “Nuova Consonanza” di Roma. Lo scorso giugno ha debuttato come solista al Teatro Petruzzelli per i Family Concert della Fondazione. Per l’etichetta Digressione ha inciso Otto lamenti (2019) per violino solo di Benedetto Boccuzzi. Dal 2021 si perfeziona con Yair Kless.

Fiorella Sassanelli

Fiorella Sassanelli (Bari, 1972) è diplomata in pianoforte, composizione e strumentazione per banda, laureata in Lingua e letteratura inglese e francese e dottore di ricerca in Musicologia all’Ecole Pratique des Hautes Etudes (Parigi). Borsista del programma “Profession Culture” finanziato dal Ministero della Cultura Francese, nel 2013 ha inciso per Digressione, con Tiziana Portoghese, la prima registrazione mondiale delle melodie per canto e pianoforte di Raoul Pugno, che ha suonato nel 2014, in occasione del centenario della morte del compositore, nella sua ultima  dimora, a Gargenville. Tiene conferenze per importanti istituzioni in Italia e all’estero. Firma testi per i concerti del festival MiTo, della Fondazione Petruzzelli e del Teatro San Carlo. La sua biografia Lili Boulanger, Frammenti ritrovati di una vita interrotta (Cafagna, 2018) è stata presentata con due puntate monografiche su Rai Radio3 e Radio France ed è stata recensita dalla Revue de Musicologie. La sua conferenza sulle compositrici presso il Palazzetto Bru Zane di Venezia è stata trasmessa dalla Radio Svizzera. Collabora col quotidiano La Repubblica. Docente titolare di Lettura della Partitura al Conservatorio “Piccinni” di Bari, è consulente musicologico del festival di musica contemporanea “Urticanti”.