Serena Valluzzi

Puglia: terra di grandi talenti

5 luglio 2024 - 21:15
Hotel "La Terrazza"

Programma

Claude Debussy (1862-1918)
Estampes  

Déodat de Séverac (1872-1921)
Cerdaña, Cinq études pittoresques  
 En tartane
 Les fetes 
 Menetriers et glaneuses
 Les muletiers devant le Christ de Llivia
 Le retour de muletiers

Isaac Albéniz (1860-1909)
Iberia, III libro - El Albaicìn  

Curriculum

Serena Valluzzi nasce il 14 febbraio 1994 in provincia di Bari. Inizia gli studi musicali a quattro anni e a soli diciassette consegue il diploma in pianoforte principale  presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari, dove prosegue il suo percorso sotto la guida del M° Maurizio Matarrese conseguendo anche la laurea di II livello in  pianoforte solistico. Nel corso dei suoi studi si perfeziona con François Joel Thiollier, Alberto Nosè, Natalya Braznikova e Sergej Senkov, proseguendo con Enrico Pace e Benedetto Lupo presso l’Accademia di Musica di Pinerolo. Dal 2017 al 2019 prende parte alle attività del Teatro dell’Opera di Firenze come maestro collaboratore dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, grazie alla quale, oltre a conoscere ed ad approfondire parte del repertorio operistico, ha anche l’occasione di esibirsi e  perfezionarsi presso la prestigiosa Accademia Gnessin di Mosca. Tiene regolarmente concerti solistici e cameristici in tutta Italia e all’estero per Associazioni e Festival quali: Camerata Musicale Barese, Camerata Musicale Salentina, Festival “Bartolomeo Cristofori” di Padova, Ass. “Amici della musica” di Foggia, Centro Studi Musicali “F. Busoni” di Empoli, Fondazione “Maggio Musicale Fiorentino”, Accademia Musicale Pescarese, “Amici dell’Opera” di Pistoia, Filarmonica “Ion Dumitrescu” di Ramnicu Valcea (Romania) e molti altri. A quattordici anni debutta con l’Orchestra Molisana diretta da Franz Albanese a Isernia, interpretando il Concerto K466 di Mozart, e nel 2015 con la Filarmonica “Ion Dumitrescu” di Ramnicu Valcea in Romania, con cui esegue la Rapsodia sul tema di Paganini op. 43 di S. Rachmaninov. 
Nel 2017 vince la 55a edizione del Concorso pianistico internazionale “A. Speranza” di Taranto e nel 2020 il Premio Alkan per il virtuosismo pianistico. Grazie a quest’ultimo incide nel 2020 i suoi primi due CD prodotti da 2R Studio Produzioni Multimediali - Steinway&Sons - Vailog Milan, con musiche di Scarlatti, Chopin, Liszt, Rachmaninoff, Ravel e Ginastera. 
Ha ottenuto numerosi altri riconoscimenti, tra cui: 3° premio e “Young Jury prize” al Livorno Piano Competition 2020, 1° premio al “Sante Centurione 2019” di Chieti, 2° premio al Concorso Pianistico Internazionale “F. Zadra” 2018, 2° Premio  al Concorso internazionale “San Donà di Piave” 2017, il 4° al Premio Venezia 2012, 1° assoluto al “Giulio Rospigliosi” 2014 di Lamporecchio, Premio speciale per il miglior semifinalista italiano al Concorso internazionale per pianoforte e orchestra “Città di Cantù” 2016 e molti altri.
Nell’agosto 2021 partecipa inoltre al Concorso “Ferruccio Busoni” di Bolzano, dove si aggiudica  il 4° posto.